Caro bollette: l’amministrazione stanzia 150 mila euro per famiglie e associazioni

Approvato il piano di aiuti per nuclei familiari con ISEE inferiore ai 35 mila euro e associazioni con sede sul territorio

Il Comune di Bardolino mette sul piatto 150 mila euro di aiuti per fronteggiare il caro bollette di famiglie e associazioni. L’amministrazione guidata da Lauro Sabaini ha approvato durante la giunta comunale di lunedì 24 ottobre lo stanziamento dedicato, che sarà suddiviso in 80mila euro dedicato ai nuclei familiari e 70mila euro per le associazioni che hanno sede in immobili del territorio diversi da unità abitative: «Non potevamo rimanere indifferenti al contesto che si è delineato negli ultimi mesi – ha spiegato il sindaco Sabaini – soprattutto in considerazione dei prossimi mesi che potrebbero essere nuovamente problematici dal punto di vista energetico. Grazie al lavoro dell’assessore al bilancio, Marcello Lucchese, abbiamo messo a disposizione una cifra che riteniamo possa sopperire a tutte le richieste, ma siamo anche pronti eventualmente a rifinanziarla nel caso se ne presentasse la necessità». Il contributo per le famiglie avrà un valore massimo di 500 euro e sarà calcolato sulla differenza tra i consumi di energia e di gas dei primi 10 mesi del 2021 confrontati con quelli del 2022, esclusivamente sulle abitazioni identificate come “prima casa”. Per ottenerlo il nucleo familiare dovrà avere un ISEE inferiore ai 35mila euro e autocertificare con apposito modulo la differenza di costi tra le due annate: «Abbiamo stimato di poter raggiungere circa 250 famiglie, predisponendo una procedura di attribuzione del contributo il più snella possibile – ha spiegato l’assessore Marcello Lucchese –. Questo ci permetterà di velocizzare l’iter e di erogare le somme con una tempistica contenuta. I controlli verranno poi fatti successivamente a campione, quindi l’invito è quello di recuperare e di conservare le bollette sulle quali verrà calcolato il contributo, perché poi potrebbero essere richieste in fase di controllo». Per le associazioni la procedura sarà la medesima, ma la cifra erogata non avrà il tetto dei 500 euro: «Sulle associazioni abbiamo fatto un ragionamento diverso, visto che queste offrono un servizio al cittadino e considerando che i costi in proporzione rispetto ad una famiglia media sono molto più alti – ha proseguito Lucchese – Per evitare che la maggiorazione si riversasse poi sugli utilizzatori dei servizi dell’associazione, sportiva o culturale che sia, abbiamo previsto di non mettere un tetto al contributo, in modo da coprire l’intera differenza tra 2021 e 2022. Per quanto riguarda le Partite Iva, invece, è già attivo il Bonus Energia dello Stato, con un credito d’imposta sulle spese sostenute». Il calcolo del contributo per le associazioni sarà sui consumi della sede, a patto che questa non sia un’unità abitativa e che sia all’interno dei confini comunali. Le domande per l’assegnazione partiranno nei prossimi giorni, attraverso apposita sezione sul sito ufficiale del Comune di Bardolino e dovranno pervenire entro il 12 dicembre 2022.

Allegati