Imposta di soggiorno

Il Consiglio Comunale, con deliberazione n. 40 del 29.12.2011, ha istituto l’imposta di soggiorno, disciplinata dall’art. 4 del Decreto Legislativo n. 23 del 14 marzo 2011. L’imposta di soggiorno è entrata in vigore dal 01 gennaio 2012.

Il gettito dell’imposta di soggiorno è destinato a finanziare gli interventi in materia di turismo compresi quelli a sostegno delle strutture ricettive, la manutenzione, fruizione e recupero dei beni culturali ed ambientali, nonché i servizi pubblici locali.

L’imposta di soggiorno è dovuta dalle persone fisiche, non residenti nel Comune di Bardolino, che pernottano nelle strutture ricettive presenti sul territorio, si applica ad ogni pernottamento (ovvero per ogni persona e per ogni notte), fino ad un massimo di 20 pernottamenti consecutivi.

Con delibera di Giunta Comunale n. 273 del 30.11.2020 sono state determinate le tariffe previste per l’anno 2021, come di seguito elencate:

– PERIODO GENNAIO – DICEMBRE:

 STRUTTURE RICETTIVE ALBERGHIERE IMPOSTA PER PERSONA PER PERNOTTAMENTO
CINQUE STELLE € 2,00
QUATTRO STELLE € 1,50
TRE STELLE € 1,00
DUE STELLE € 1,00
UNA STELLA € 1,00
STRUTTURE RICETTIVE EXTRALBERGHIERE IMPOSTA PER PERSONA PER PERNOTTAMENTO
ATTIVITA’ RICETTIVE IN ESERCIZI DI RISTORAZIONE € 1,00
STRUTTURE RICETTIVE – RESIDENCE € 1,00
UNITA’ ABITATIVE AMMOBILIATE AD USO TURISTICO € 1,00
ATTIVITA’ A CONDUZIONE FAMIGLIARE – B & B € 1,00
ESERCIZI DI AFFITTACAMERE € 1,00
CASE RELIGIOSE DI OSPITALITA’ € —–
FORESTERIE PER TURISTI € 1,00
CASE PER FERIE € 1,00
ALTRE STRUTTURE RECETTIVE EXTRALBERGHIERE (ES. ATTIVITA’ RICETTIVE IN RESIDENCE RURALI, OSTELLI PER LA GIOVENTU’, CENTRI SOGGIORNO STUDI, RESIDENZE D’EPOCA EXTRALBERGHIERE)  

€ 1,00

STRUTTURE RICETTIVE ALL’APERTO IMPOSTA PER PERSONA PER PERNOTTAMENTO
VILLAGGI TURISTICI E CAMPEGGI – QUATTRO STELLE € 1,00
VILLAGGI TURISTICI E CAMPEGGI – FINO A TRE STELLE € 1,00
ATTIVITA’ AGRITURUSTICHE IMPOSTA PER PERSONA PER PERNOTTAMENTO
ATTIVITA’ AGRITURISTICHE € 1,00

 

Sono previste le seguenti esenzioni:

  1. I minori fino al 14° anno di età compreso;
  2. I malati soggetti a terapie presso strutture sanitarie site nel territorio comunale;
  3. I genitori, o accompagnatori delegati, che assistono i minori di anni diciotto, ricoverati presso strutture sanitarie site nel territorio comunale, per un massimo di due persone per paziente;
  4. I portatori di handicap non autosufficienti, con idonea certificazione medica, e il loro accompagnatore;
  5. Gli autisti di pullman e gli accompagnatori turistici che prestano attività di assistenza a gruppi organizzati dalle agenzie di viaggi e turismo. L’esenzione si applica per ogni autista di pullman e per un accompagnatore turistico ogni 25 partecipanti;
  6. Gli appartenenti alle forze di Polizia statale, provinciale e locale, nonché al Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco che pernottano per esigenze di servizio;
  7. I “volontari” che nel sociale offrono il proprio servizio in occasione di eventi e manifestazioni organizzate dall’Amministrazione Comunale, Provinciale e Regionale o per emergenze ambientali;
  8. Sono altresì esenti dal pagamento dell’imposta di soggiorno i soggetti che alloggiano in strutture recettive a seguito di provvedimenti adottati da autorità pubbliche per fronteggiare situazioni di emergenza conseguenti a eventi calamitosi o di natura straordinaria e per finalità di soccorso umanitario;
  9. Il personale dipendente della gestione della struttura ricettiva ove svolge attività lavorativa.

L’esenzione di cui ai punti 2) e 3) è subordinata alla presentazione al gestore della struttura ricettiva di apposita certificazione della struttura sanitaria, attestante le generalità del malato o del degente ed il periodo di riferimento delle prestazioni sanitarie o del ricovero. L’accompagnatore dovrà altresì dichiarare, ai sensi degli articoli 46 e 47 del D.P.R. n. 445 del 2000 e successive modificazioni, che il soggiorno presso la struttura ricettiva è finalizzato all’assistenza sanitaria nei confronti del soggetto degente.

l gestori sono tenuti ad informare, in appositi spazi ed in modo leggibile, i propri ospiti dell’applicazione, dell’entità e delle esenzioni dell’imposta di soggiorno. Il materiale informativo, predisposto a cura e spese del Comune di Bardolino, è disponibile per il ritiro presso l’Ufficio Informazioni Turistiche di Bardolino, Piazzale Aldo Moro n. 1.

Con periodicità mensile, entro il sedicesimo giorno del mese successivo, dovrà essere inviato un riepilogo periodico del numero delle presenze con riferimento al mese precedente. Il riepilogo delle presenze dovrà essere inviato esclusivamente per via telematica, utilizzando il gestionale attivato dall’amministrazione, accessibile dall’apposito link sull’homepage del sito del Comune di Bardolino, utilizzando le credenziali fornite dall’Ufficio Tributi o lo SPID.

Si evidenzia che l’art. 180, comma 3, del Decreto Legge 19 maggio 2020 n. 34 ha introdotto l’obbligo di presentazione, entro il 30 giugno dell’anno successivo, della dichiarazione annuale dell’imposta, da predisporre su apposito modello ministeriale, al momento non ancora approvato.

Non è stato al momento eliminato l’obbligo di presentare, in qualità di agente contabile entro il 30 gennaio dell’anno successivo il modello 21, riepilogativo delle somme riscosse e versate. Il portale utilizzato per la gestione dell’imposta permette di elaborare sia il modello 21 che la dichiarazione annuale (quest’ultima disponibile a breve).

Le somme riscosse a titolo di imposta di soggiorno dovranno essere versate, entro il sedicesimo giorno del mese successivo a quello di competenza, in uno dei seguenti modi:

–    tramite il sistema di pagamenti PAGOPA, raggiungibile dal seguente link https://mypay.regione.veneto.it/pa/home.html selezionando tra i beneficiari il Comune di Bardolino e come tipologia di pagamento “tassa di soggiorno”;

–    altre forme di versamento attivate dall’Amministrazione Comunale.

Le violazioni relative ai versamenti sono punite con la sanzione del 30% del dovuto (omesso, parziale e o tardivo versamento).
 Le violazioni relative alle dichiarazioni sono punite con la sanzione da 25 a 500 euro (omessa, incompleta o infedele dichiarazione).
 Le violazioni relative all’obbligo di informazione della clientela sono punite con la sanzione da 25 a 100 euro.

Per maggiori chiarimenti è possibile contattare l’Ufficio competente al numero 045 6213260 ed al seguente indirizzo: sara.ferrari@comune.bardolino.vr.it .

 

 

Regolamenti e tariffe

Tariffe Imposta di Soggiorno 2021 – pubblicate sul sito in data 25-02-2021 Scarica il file

Tariffe Imposta di Soggiorno 2020 – pubblicate sul sito in data 21.01.2020 Scarica il file
Tariffe Imposta di Soggiorno 2019 – pubblicate sul sito in data 11.01.2019 Scarica il file

Lettera ai gestori 2021 Scarica il file

Lettera ai gestori 2020 Scarica il file
Lettera ai gestori 2019 Scarica il file
Regolamento Imposta di Soggiorno Scarica il file
Tariffe Imposta di Soggiorno 2018 – pubblicate sul sito in data 18.01.2018 Scarica il file
Comunicazione modifica periodo imposta 2017 Scarica il file
Tariffe Imposta di Soggiorno 2017 – pubblicate sul sito in data 02.08.2017 Scarica il file